linea

newsletter

cantrinavendemmia2019

Vendemmia 2019

pubblicato il 18 Novembre 2019
Infine, è arrivato l’Autunno e la lunga estate calda 2019, prolungatasi fino ad Ottobre, è definitivamente alle spalle e fuori spesso il tempo invoglia a stare in casa (o in cantina) e aiuta a pensare… La stagione oramai alle spalle è stata, perlomeno nella nostra zona, una delle più strane e complicate degli ultimi anni per le bizze del tempo, avendo spesso dovuto affrontare fenomeni molto diversi tra loro e talvolta estremi: il freddo e le piogge che hanno coinciso con la fioritura della vite hanno diminuito già in partenza la produzione potenziale, ma il danno maggiore lo hanno fatto le due grandinate di giugno e di inizio agosto che alla fine hanno dimezzato la produzione. Fortunatamente abbiamo potuto godere del bel tempo tra metà agosto e metà settembre che ci ha consentito di mettere a riposo buone uve per il Sole di Dario e di privilegiare la produzione dei nostri vini più freschi, Rosanoire, ChiarettoRiné Groppello di cui siamo particolarmente soddisfatti. Un po' più complicata è stata invece la raccolta delle uve rosse più importanti. Per produrre un grande vino rosso in modo naturale, è necessario avere delle uve più che perfette con bucce particolarmente sane, integre e che consentano di ritardare la vendemmia, ma nonostante i nostri sforzi abbiamo deciso che per il 2019 non sarà possibile produrre Nepomuceno. Uno dei primi nostri maestri diceva che il valore, la forza di una azienda sta anche nella consistenza delle proprie scorte di cantina: questo è quello che ci permette di rinunciare ad alcune annate avendo la possibilità di aumentare la produzione di quelle ritenute migliori, è quello che oggi ci permette di non scendere a compromessi e rinunciare al Nepomuceno 2019 sapendo di poter contare su consistenti scorte delle ottime annate dello scorso triennio.
VINI VECCHIE ANNATE  È nostra abitudine, e la degustazione di maggio (http://www.cantrina.it/2019/06/12/cantrina-una-degustazione-lunga-ventanni/) ce ne dà ragione, accantonare qualche bottiglia e/o magnum delle annate più vecchie. Chi fosse interessato ad averne qualcheduna può chiederci notizie riguardo vini e annate disponibili e relativi prezzi mandando una mail all’indirizzo info@cantrina.it.
MERCATO DEI VIGNAIOLI - FIVI  La novità è che quest’anno il Mercato durerà 3 giorni, comprendendo anche la giornata di Lunedì, quindi darà la possibilità agli operatori del settore di visitare la fiera. Quest’anno l’appuntamento sarà il 23- 24 – 25 novembre. Noi saremo presenti come ogni anno nel Padiglione del Piacenza Expo nella corsia B al numero 41. Vi aspettiamo! Cristina e Diego

Vendemmia 2020

pubblicato il 5 Novembre 2020
Buongiorno a tutti, ad autunno ormai inoltrato è giunto il momento di fare qualche considerazione di massima riguardo la vendemmia 2020 appena conclusa. Come già anticipato nella precedente newsletter, per la nostra zona e, in particolare per chi come noi persegue la strada della produzione biologica, è sicuramente stata una annata difficile con numerose e spesso abbondanti piogge talvolta accompagnate da un poco di grandine, che ci hanno accompagnati da giugno fino in prossimità della vendemmia.

Vendemmia 2020

pubblicato il 2 Settembre 2020
Vendemmia 2020 Cantrina
Ci siamo, quasi...Anche per questo 2020 siamo prossimi alla vendemmia, nonostante un inverno tra i più caldi e asciutti che si ricordino, nonostante l’emergenza Covid e il lockdown, guanti e mascherine; nonostante la tarda primavera e l’estate quanto mai piovose, nonostante qualche grandinata che qua e là ha fatto qualche danno, nonostante il lussureggiare dei vigneti che ci hanno imposto il doppio dell’impegno per contenere le malattie e controllare la quantità d’uva prodotta, nonostante i piccoli e grandi problemi che come sempre e come tutti ci si trova quotidianamente ad affrontare.

NUOVO ANNO E NUOVE ANNATE IN USCITA

pubblicato il 12 Gennaio 2020
RINE’ E IL TAPPO A VITE Nel prossimo mese di marzo usciremo con la nuova annata di Riné 2018, seconda annata BIO certificata, per la prima volta chiusa con il tappo a vite: vogliamo a tal proposito spendere ulteriori due parole riguardo a questo tipo di chiusura… Da ormai parecchi anni abbiamo scelto di usare il tappo a vite per il Rosanoire e dallo scorso anno anche per il neonato Valtènesi Chiaretto – da San Valentino disponibili i 2019 – trovando positivi riscontri in termini di serbevolezza, integrità e freschezza dei prodotti, soprattutto sul medio-lungo periodo, e con soddisfazione dei clienti, spesso stanchi di dover stappare bottiglie alterate da tappi non sempre perfetti.
1 2 3 13