linea

newsletter

Virtual tour e nuovo e-commerce

pubblicato il 27 Agosto 2021
Buongiorno a tutti, In questo ultimo periodo, abbiamo lavorato su un nuovo progetto che finalmente siamo pronti ad annunciare. Con l’obiettivo di superare i confini geografici e ridurre le distanze dai più fedeli winelovers, abbiamo rinnovato e sviluppato la piattaforma mygroppello. È un luogo virtuale dove, nel rispetto e collaborazione con i nostri partner esteri, diamo la possibilità di acquistare i nostri prodotti. Abbiamo pensato di rinnovare anche l’organizzazione delle visite in cantina, che si possono prenotare on line (sia da www.cantrina.it sia da mygroppello): per tutti voi Amici di Cantrina che ci leggete non cambia nulla e le visite rimangono ovviamente gratuite. Provate il calendario on line e veniteci a trovare, vi accoglieremo a casa nostra con semplicità. Per gli amici più lontani, e per chi vuole saperne di più prima di venirci a visitare, mygroppello ospita anche la sezione dedicata al tour virtuale di Cantrina, il nostro modo per portarvi alla scoperta del piccolo mondo di Cantrina...

Campagna

Quest’anno la stagione non è sicuramente iniziata sotto i migliori auspici: nelle notti del 5 e del 6 aprile il gelo ha colpito duramente una parte dei nostri vigneti, che una primavera anticipata aveva invece indotto al precoce germogliamento. Il danno è parso ingente e diffuso omogeneamente fra le diverse varietà e vigneti, ma la natura ci ha sorpreso ancora una volta: le vigne hanno emesso nuovi germogli, sicuramente meno produttivi del solito e in modo disomogeneo. Grazie al grande lavoro svolto in vigneto e a una cura ancor più attenta di ogni singolo tralcio e grappolo rimasto, alla fine stimiamo di aver perso realmente “solo” il 30% della produzione. È probabile che qualche vino venga prodotto in quantità minore, ma incrociamo le dita per il resto della stagione, dal momento che le vigne si presentano attualmente in buona forma e l’uva è così bella da farci sperare in una buona annata.

Imbottigliamento

Ci apprestiamo a imbottigliare il Nepomuceno 2017, ottima annata per la prima volta certificata Bio, e il Riné 2020 di cui siamo particolarmente soddisfatti. Lo stesso giorno metteremo in bottiglia anche qualcosa di particolare, poche bottiglie di una selezionata partita di vino rosso, ennesimo Libero Esercizio di Stile a Cantrina: di questo avremo comunque modo di parlare con calma in futuro, un vino per cui non bisognerà avere fretta…

Nuovi eventi

Con la speranza che la situazione COVID-19 ci lasci lavorare il prossimo autunno, abbiamo già fissato in calendario il primo evento al quale parteciperemo con i nostri vini: lunedì 4 ottobre presenteremo i nostri vini a Vienna tramite Wein & Kultur KG di Christian Bauer, presso Hotel Regina Rooseveltplatz.

Cristina e Diego

Vinitaly 2009… Parliamone

pubblicato il 20 Marzo 2009
vendemmia 2019
Eccoci in prossimità del Vinitaly 2009, anche se ci sembra sempre meno un luogo adatto per le aziende piccole come la nostra. Nel rumore e nell’affollamento del grande evento è difficile riuscire a raccontare il nostro “libero esercizio di stile”. Quest’anno, quindi, preferiamo modalità alternative per incontrarci (sentiamoci!), comunque se siete al Vinitaly il 2 ed il 3 aprile potrete trovarci al padiglione PalaExpo Lombardia presso lo stand C7. Se vorrete, potremo darvi qualche elemento in più sulle tante novità che sono solo accennate qui di seguito: Il Groppello, vitigno autoctono della Valtènesi, è entrato a far parte della selezione di Cantrina; con l’annata 2008 abbiamo cercato di esprimere e interpretare le potenzialità di questo vitigno in linea con la nostra filosofia produttiva. Rinè 2007 avrà una nuova etichetta che starà ad indicare anche dei piccoli cambiamenti nel vino. L’Incrocio Manzoni è il nuovo vitigno che apporta a questo vino maggior identità.

Cantrina tra anno vecchio e anno nuovo

pubblicato il 20 Gennaio 2009
Il 2008 se n’è andato: ci aveva impensierito con le piogge in primavera e poi soddisfatto con una fine estate e un inizio autunno ideali per la maturazione delle uve. La vendemmia, poi, si è svolta con clima fresco e asciutto: insieme al lavoro di contenimento delle rese, ha consentito la raccolta di uve sane e equilibrate. Ne sono derivati vini che, unendo concentrazione a grande freschezza aromatica e gustativa, ci fanno supporre un grande potenziale di invecchiamento. Il 2008 è stato anche un anno di riflessioni, abbiamo ripensato molto alla tipologia dei vini che produciamo, ponendoci le nostre eterne domande, ”riusciremo a parlare del nostro territorio anche senza produrre vini autoctoni?” “dimostreremo che la qualità e la personalità sono indipendenti dall’autoctonia?”
1 12 13 14