linea

newsletter

NUOVO ANNO E NUOVE ANNATE IN USCITA

pubblicato il 12 Gennaio 2020
RINE’ E IL TAPPO A VITE
Nel prossimo mese di marzo usciremo con la nuova annata di Riné 2018, seconda annata BIO certificata, per la prima volta chiusa con il tappo a vite: vogliamo a tal proposito spendere ulteriori due parole riguardo a questo tipo di chiusura… Da ormai parecchi anni abbiamo scelto di usare il tappo a vite per il Rosanoire e dallo scorso anno anche per il neonato Valtènesi Chiaretto – da San Valentino disponibili i 2019 – trovando positivi riscontri in termini di serbevolezza, integrità e freschezza dei prodotti, soprattutto sul medio-lungo periodo, e con soddisfazione dei clienti, spesso stanchi di dover stappare bottiglie alterate da tappi non sempre perfetti. Così dopo anni di prove e una meditata ponderazione abbiamo deciso di passare anche il Riné al tappo a vite, pensando di poter aggiungere ancora qualcosa alla già nota capacità di durare nel tempo di questo originale vino bianco, preservando maggior intensità aromatica oltretutto particolarmente spiccata nell’annata 2018. Visto l’assoluta ermeticità e sterilità, il tappo a vite consente, inoltre, di avere una mano più “delicata” in cantina e nella preparazione dei vini per l’imbottigliamento a partire da un dosaggio più leggero dei famigerati solfiti, nel maggior rispetto del vino, del terroir e della salute dei consumatori.

PROSSIME USCITE SUL MERCATO
Come anticipato sopra per metà febbraio, quindi, l‘uscita del Valtènesi Chiaretto 2019 Bio, a marzo il Rosanoire 2019 Bio e il Riné 2018 Bio. Per quanto riguarda i vini rossi, già fin d’ora sono disponibili le prime bottiglie della nuova annata di Zerdì 2017 Bio, mentre ci sarà da attendere il prossimo Vinitaly 2020 per il debutto del nuovo Groppello 2018 Bio: non si tratta in realtà di un debutto vero e proprio essendo lo stesso vino che gli scorsi anni veniva etichettato come Valtènesi Doc, ma che ora abbiamo scelto di tornare a identificare con il nome del vitigno con cui viene prodotto, dando per l’occasione una “rinfrescata” all’etichetta. Una curiosa novità: dopo molto tempo nell’annata 2017 ci è riuscita una interessante vaschetta di Pinot Nero, fermentato spontaneamente con lieviti indigeni e poi affinato solo in acciaio, imbottigliato a circa un anno dalla vendemmia senza ricorrere a trattamenti di stabilizzazione, chiarifica o filtrazione, un nuovo Libero Esercizio di Stile secondo Cantrina. Igt Benaco Bresciano Pinot Nero Bio 2017 recita la denominazione, per noi semplicemente Corteccio, il vecchio nome con cui agli inizi della nostra storia chiamavamo i primi vini a base pinot nero: poche centinaia di bottiglie, di cui non sappiamo ancora se e quando ne seguiranno altre, destinate a quei curiosi che vogliono sperimentare percorsi un po' fuori dagli schemi… le bottiglie sono pochissime!!!

Cristina e Diego

Aspettando la primavera…

pubblicato il 19 Febbraio 2021
Aspettando la primavera...
Questa breve newsletter è giusto per raccontarvi che, nonostante le varie limitazioni, chiusure e il conseguente rallentamento economico che ha colpito duramente anche il nostro settore, a Cantrina i lavori di campagna non si sono mai fermati. Sono andate avanti potature, letamazione e manutenzione del vigneto, così come in cantina si è proceduto alla cura e preparazione delle nuove annate per l’imbottigliamento. Proprio in questi giorni abbiamo imbottigliato i vini rosa Bio annata 2020: Rosanoire e Valtènesi Chiaretto, disponibili e pronti al consumo dal prossimo mese di aprile.

Vendemmia 2020

pubblicato il 5 Novembre 2020
Buongiorno a tutti, ad autunno ormai inoltrato è giunto il momento di fare qualche considerazione di massima riguardo la vendemmia 2020 appena conclusa. Come già anticipato nella precedente newsletter, per la nostra zona e, in particolare per chi come noi persegue la strada della produzione biologica, è sicuramente stata una annata difficile con numerose e spesso abbondanti piogge talvolta accompagnate da un poco di grandine, che ci hanno accompagnati da giugno fino in prossimità della vendemmia.

Vendemmia 2020

pubblicato il 2 Settembre 2020
Vendemmia 2020 Cantrina
Ci siamo, quasi...Anche per questo 2020 siamo prossimi alla vendemmia, nonostante un inverno tra i più caldi e asciutti che si ricordino, nonostante l’emergenza Covid e il lockdown, guanti e mascherine; nonostante la tarda primavera e l’estate quanto mai piovose, nonostante qualche grandinata che qua e là ha fatto qualche danno, nonostante il lussureggiare dei vigneti che ci hanno imposto il doppio dell’impegno per contenere le malattie e controllare la quantità d’uva prodotta, nonostante i piccoli e grandi problemi che come sempre e come tutti ci si trova quotidianamente ad affrontare.
1 2 3 14